ATLETI, Biografie, Citazioni, RIO 2016
comments 2

Martina Caironi

Martina Caironi, atleta paralimpica pluricampionessa classe 1989, nasce ad Alzano Lombardo in provincia di Bergamo.

Entra nel mondo dell’atletica nel 2010 affermandosi subito come promessa dell’Atletica Leggera Paralimpica. Immediatamente conquista il titolo italiano e l’anno dopo quello mondiale sui 100 metri piani. Nel 2012 è il momento della medaglia d’oro agli Europei di Stadskanaal nei 10202 mt e del bronzo nel Salto in Lungo.

Il 2012 è anche l’anno della sua prima Paralimpiade a Londra dove conquista la medaglia d’oro nei 100 mt categoria T42.

Martina si avvicina al mondo dell’atletica all’età di 21 anni, tre anni dopo l’incidente che le è costato l’amputazione della gamba sinistra. Nel 2007 infatti viene investita da un pirata della strada e da quel momento la sua vita cambia.

Prima dell’incidente Martina giocava a pallavolo e non conosceva il mondo dell’atletica, realtà alla quale si è avvicinata grazie ai cartelloni raffiguranti atleti amputati presenti nel centro specializzato di Budrio dove vengono costruite protesi artificiali e dove Martina ha ricevuto la sua prima protesi per correre.

Atleta determinata e grintosa, ha la vivacità di una ragazza di 27 anni con tanti sogni nel cassetto e nuove sfide da voler vincere. Un sogno Martina lo ha già realizzato:  è stata la Portabandiera azzurra alle Paralimpiadi di Rio 2016. Qui ha poi conquistato la medaglia d’oro nei 100 m con un tempo di 14,97 secondi, e la medaglia d’argento nel salto in lungo con un 4,66, suo primo personale, festeggiato danzando in pista, dopo l’annuncio degli altoparlanti.

Condividi:
Leggi anche...  Eccomi, sono Martina

2 Comments

  1. Pingback: Velocità: il tempo indivisibile - Games Anatomy

  2. Pingback: Martina Caironi: orgoglio italiano, senza pietismo - Games Anatomy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *