RIO 2016, STORIE
Leave a comment

10 storie verso i Paralympic Games di Rio 2016

Abbiamo raccolto le storie dei migliori atleti paralimpici italiani che stanno preparando i prossimi Giochi di Rio de Janeiro. Personaggi di punta dello sport paralimpico che competono in diverse discipline: atletica, equitazione, handbyke, nuoto, getto del peso.
Ogni storia è un occhio aperto su una specifica disciplina ma anche l’occasione per mettere a fuoco il dietro le quinte della vita di un atleta: allenamenti, fatica, costanza, pressione psicologica, paura di sbagliare e voglia di migliorarsi.

Vorremmo raccontarvi le loro vite fuori dal comune, eccezionali, i successi e le sconfitte, il coraggio e la motivazione. 

Assunta Legnante. Supereroina al peso

Soprannominata “Cannoncino” per la sua forza fisica e interiore, è una delle pochissime atlete al mondo ad aver partecipato sia alle Olimpiadi che alle Paralimpiadi. Nel 2012 a Londra conquista il gradino più alto del podio nella sua specialità e stabilisce il primato mondiale con 16 metri e 74.

Leggi la storia di Assunta Legnante

Arjola Dedaj. Pronta a saltare verso il sogno di Rio

Debutta nell’Atletica Leggere Paralimpica nel 2012 e ai Campionati Europei di Swansea nel 2014 conquista 3 medaglie, due argenti e un bronzo. L’atletica è lo sport a cui dedica ogni giornata, la sua priorità assoluta.

Leggi la storia di Arjola Dedaj

Arjola Trimi. Ogni traguardo una ripartenza

Nuotatrice paralimpica italiana, compagna di squadra di Federico Morlacchi, dal 2011 pratica questo sport a livello agonistico. Dopo diversi Mondiali e record stabiliti, quella di Rio 2016 sarà per lei la prima Paralimpiade.

Leggi anche...  Arjola Dedaj supera il suo record personale e vince in stile!

Leggi la storia di Arjola Trimi

Beatrice Bebe Vio. Io posso fare tutto quello che voglio fare

Giovanissima schermitrice italiana, a soli 19 anni già campionessa mondiale ed europea di fioretto individuale, determinata e ambiziosa, negli ultimi anni è diventata un personaggio mediatico di rilevanza nazionale.

Leggi la storia di Beatrice Vio 

Eleonora Sarti. Scoccando un talento puro

Ex giocatrice paralimpica di Basket in carrozzina, oggi è l’arciera più forte d’Italia. Campionessa mondiale di Tiro con l’arco paralimpico (Para Archery), ha da poco stabilito il Record Mondiale sulle 72 frecce.

Leggi la storia di Eleonora Sarti

Federico Morlacchi. Il delfino da record

Il Delfino del nuoto paralimpico italiano, nel 2012 conquista a Londra 3 medaglie di bronzo, stabilendo inoltre 2 record italiani, mentre nel 2014 il titolo di Campione del Mondo e d’Europa con ben 8 medaglie, di cui 6 d’oro e nuotando per la prima volta sotto il muro del minuto.

Leggi la storia di Federico Morlacchi

Francesca Porcellato. Una temeraria, la Rossa Volante

Soprannominata “la Rossa Volante” per le sue numerose vittorie e la folta chioma di riccioli rossi, affronterà a Rio De Janeiro la sua decima Paralimpiade, la prima come atleta di handbyke di cui è già campionessa mondiale.

Leggi anche...  La fatica è l’unica risposta

Leggi la storia di Francesca Porcellato 

Martina Caironi. L’Azzurra che corre e non si ferma

Entra nel mondo dell’atletica paralimpica nel 2010, l’anno dopo conquista subito il titolo di campionessa mondiale nei 100 metri piani e nel 2012 a Londra medaglia d’oro nei 100 mt categoria T42. Sarà lei la Portabandiera Italiana alle Paralimpiadi di Rio 2016.

Leggi la storia di Martina Caironi

Sara Morganti. Pentesilea verso Rio

Appassionata di equitazione fin da ragazzina, inizia a 29 anni la sua carriera nell’equitazione paralimpica ottenendo subito grandi risultati. 7 volte campionessa italiana ai Mondiali di Caen nel 2014, si qualifica per Rio 2016 affermandosi prima nel Ranking Mondiale FEI nel paradressage.

Leggi la storia di Sara Morganti

Veronica Yoko Plebani. Pagaiando verso nuove sfide

Giovanissima canoista e snowboarder paralimpica italiana, in pochi anni conquista numerosi successi tra cui l’oro alla Tappa di Coppa del Mondo di Milano e agli Europei di Brandeburgo, in Germania nel 2014. Al sogno della sua vita manca poco, Rio 2016 è sempre più vicina.

Leggi la storia di Veronica Yoko Plebani

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *